Benvenuti nella pagina WEB di Alessandro



QUANDO IL CELLULARE NON FUNZIONA

Quando nella tua casa il cellulare non prende...non perderti d'animo e lavora d'ingegno.

Questa idea mi e' girata per la testa quando in un periodo di ferie al mare ospite di un mio carissimo amico, ebbi bisogno di fare una telefonata con il cellulare. Con vivo stupore mi accorsi che non c'era linea benche' fossi a non piu' di 1 km dal centro abitato. Parlandone con questo mio amico riuscii a scoprire che se mi fossi spostato di 150 mt verso il paese avrei potuto chiamare tranquillamente. E' vero, eravamo all'isola d'elba, fra noi ed il paese c'era non tanto distante una collina, ma non mi sembrava possibile che quei 150 mt potessero creare tutto quel casino!!! Essendo curioso per indole mi sono armato di cellulare (d'altronde era l'unico "misuratore di campo" disponibile al momento ) ed ho gironzolato nel raggio di 200 mt dall'abitazione sia verso il monte che verso il mare per capire se c'era un punto un po' piu' felice nel campo di copertura GSM. Ho ripetuto la prova anche con il suo cellulare (lui ha un gestore che opera solamente a 1800 Mhz) ed ho notato che circa 100 mt a nord sul crinale del monte soprastante il segnale a 1800 Mhz era pieno mentra il mio 900 Mhz ancora era scarsino!!! Dopo cio' mi sono entrati nella testa una serie di pensieri:

- ma se a casa non ho segnale ed a 100 mt il segnale e' pieno ed oltretutto questa abitazione e' l'unica di questa "insenatura" sarebbe un'idea insensata pensare di ripetere questo segnale in ambo i sensi da questa posizione?

- essendo un problema portarci una fonte di energia per una questione di morfologia di terreno oltre che di sicurezza, funzionera' un ripetitore "passivo"?

Inizialmente avevo pensato che forse l'unica soluzione fosse una parabola che prende il segnale dal ripetitore GSM poi tramite un collegamento in cavo coassiale con una Yagi a piu' elementi ritrasmettesse questo segnale verso la casa e viceversa. Solo dopo mi sono ricordato che sulla rivista Radiokit era apparso qualche anno fa' un progetto di un'array composto di 4 antenne ed alica. Ricerco la rivista, leggo l'articolo, mi armo di internet e tanta pazienza e dopo una serie di calcoli e valutazioni comincio a costruire il mostro. Si tratta di costruire un'array di 4 antenne ad elica di 23 spire ed una singola antenna ad elica di 19 spire, collegate fra loro con un corto pezzo di cavo coassiale. La prima puntata sul ripetitore GSM e l'altra puntata sulla casa. Le caratteristiche calcolate dell'antenna sono queste:

ARRAY DI 4 ANTENNE AD ELICA:

- frequenza centrale 1860 Mhz;

- numero di antenne in parallelo 4;

- spire per antenna N. 23;

- guadagno medio per antenna 16,7 db;

- guadagno array 22,6 db (stimato);

- apertura del fascio per antenna 23 Gradi;

- lunghezza dell'antenna 94,2 cm;

ANTENNA AD ELICA:

- frequenza centrale 1860 Mhz;

- spire dell'elica N. 19;

- guadagno medio 14,60 db;

- apertura del fascio 32,1 Gradi;

- lunghezza dell'antenna 74,6 cm;

La costruzione e' stata effettuata ed attendo soltanto di trovare il tempo per collaudare il tutto. Quando pronto saro' piu' preciso nei dettagli tecnici. Ammirate nelle foto sottostanti la realizzazione ed aiutatemi ad incrociare le dita.


Array1

Array2

Array3

Elica1

Elica2


Torna alla pagina precedente